Sconfitta casalinga per la Cimberio HS Varese contro Porto Torres

14/01/2018 13:35:36 and

È una sconfitta che complica l’obiettivo salvezza quella subita dalla Cimberio HS Varese. I ragazzi di coach Fabio Bottini perdono lo scontro diretto contro Porto Torres 55-61 e vedono svanire momentaneamente l’opportunità di salvarsi con diverse giornate d’anticipo. Motivo di consolazione è però il risultato: grazie alla vittoria 64-53 ottenuta in terra sarda durante la 1^ giornata del girone di andata, i biancorossi hanno a favore la differenza canestri nel doppio confronto. 
Entrambe le squadre si presentano al giro di boa con alcuni cambiamenti nel roster: l’HS perde Mattia Castorino e Kenneth Gonzalez mentre Porto Torres ritrova il britannico Simon Munn e lo svedese Hussein Haidari. Coach Amadou Lamine Sene, arrivato a sostituire l’uscente Salvatore Cherchi, sceglie di schierare fin da subito i suoi due pezzi da novanta, accompagnati da Gharibloo, Ion e Falchi. Coach Bottini invece lascia invariato il quintetto, schierando quindi Binda, Bártolo, Silva, Roncari e Nava. 
Durante i primi venti minuti di gara regna l’equilibrio. Il primo quarto vede le due squadre studiarsi e a risentirne sono gioco e punteggio. Munn e Gharibloo guidano le sortite offensive dei sardi, contrastati dalla foga di Binda e dai tiri di Roncari e di Bártolo, di cui uno a segno da tre. Troppi però gli errori individuali ambo le parti e il primo tempo si chiude così 14-17 per gli ospiti. 
Nel secondo quarto le squadre accantonano i timori e si affrontano a viso aperto. Tra le file varesine subentrano Damiano e Marinello e a beneficiarne è l’agonismo. La trama di Porto Torres è sempre la stessa: Haidari orchestra il gioco per servire i lunghi Gharibloo e Munn sotto canestro. Varese risponde con la precisione al tiro di Bártolo e un buon Silva. Altalenante invece Binda, che trasforma alcuni tiri liberi ma sbaglia diverse occasioni apparentemente facili. 
All’intervallo lungo il risultato è sul 31-31, lasciando presagire a una ripresa ancora più combattuta. Non sarà così. Come già accaduto troppo spesso in questa stagione, l’Handicap Sport Varese torna in campo senza lucidità e senza idee, subendo un passivo di quasi venti punti. La premiata ditta Munn-Gharibloo non sbaglia un colpo e fa praticamente quel che vuole. I biancorossi ci provano ma la palla non vuole saperne di entrare nel canestro, vittime di una “maledizione da terzo quarto” ormai nota quest’anno. Dopo 30 minuti di gioco i sardi comandano 35-54.
Nell’ultimo quarto un moto d’orgoglio smuove i ragazzi dell’HS, consapevoli di dover fare un’impresa per poter riagguantare il risultato. Porto Torres cala fisicamente e subisce la grinta varesina capitanata da Damiano e Marinello. Binda e Silva ci provano in tutti i modi ma i sardi difendono quel tanto che basta per portarsi a casa la vittoria. Dopo un eroico ultimo quarto scandito da venti punti, la Cimberio HS Varese esce sconfitta 55-61. 
Gli errori in fase di conclusione e l’ennesimo 3° quarto giocato sottotono costano caro alla truppa di coach Bottini, consapevole però di avere un gruppo carismatico, capace di produrre buon gioco e rispondere con carattere quando la situazione si fa difficile. Da settimana prossima i biancorossi inizieranno un percorso di fuoco che li vedrà affrontare in sequenza Amicacci Giulianova, Briantea 84 Cantù, UBI Santo Stefano e Santa Lucia Roma. In mezzo l’impegno europeo a Elxleben nel turno di qualificazione di Champions League.
Un ciclo duro ma molto utile alla squadra varesina per capire di che pasta è fatta e capire come affrontare al meglio il finale di stagione. 

8^ GIORNATA SERIE A FIPIC - 13/01/2018

Cimberio Handicap Sport Varese - GSD Porto Torres 55-61
SSD Santa Lucia Roma - UnipolSai Briantea 84 Cantù 64-54
SBS Montello Bergamo - Deco Group Amicacci Giulianova 35-67
Pol. Nordest Castelvecchio - UBI Santo Stefano 51-74

(A cura di Dario Primerano - Addetto alla comunicazione HSV)